Eros e Bellezza

Programma 2020

Arena e Teatro Romano

28 Agosto – 19 Settembre​

28 Agosto
19 Settembre​

Arena / Teatro Romano
Ven. 28 Agosto
21.30
Teatro Romano

Jasmine Trinca

L'incantamento della sensibilità

“Ci si innamora in modo indiretto e romanzesco”.
Lo charme è un’arma a doppio taglio cui fa scudo la delicatezza.
Complicità, prossimità, partecipe distacco. Grazia spontanea, disinvoltura.
La differenza tra semplice bellezza e bellezza semplice sta in un sorriso.
Quanto è casuale una fortuna che indirizza l’intera vita?
La fascinazione è talento della naturalezza più magnetismo.

Sab. 29 Agosto
Rinviato
Evento annullato causa maltempo. Cercheremo di riprogrammare a breve.

Alessandro Piperno

L'affaire Baudelaire

L’intuito estetico del naufrago chic nella sfida letale a kitsch e banalità.
Lucido, malmostoso, elegantemente snob nell’ignobile disastro esistenziale.
L’animalità femminile dell’amazzone inumana.
Avverso alle scimmie del sentimento.
“L’Amore, l’inevitabile Amore, l’immortale Cupido dei confettieri”.

Sab. 29 Agosto
21.30
Teatro Romano

Pupi Avati

Eros come nostalgia dell'eros

“Oggi la nostra vita si risolve all’essenza: arrivi già a quello che è il risultato, ti guardi attorno e sei privo di desideri”.
Memoria di una bellezza immutata in un tempo stilizzato.
Il desiderio ricordo di una felicità futura.

Dom. 30 Agosto
18.30
Teatro Romano

Igor Sibaldi

Mystheros

“È facilissimo trovare un amore impossibile”.
I percorsi di un’energia dirompente, la scoperta della potenza di sé.
Il genio impertinente dell’eros amplia gli orizzonti della creazione.

Dom. 30 Agosto
21.30
Teatro Romano

Gianni Canova

Fellini e l'evasione onirica dell'eros

La macchina dei sogni produce scene di
seduzione indimenticabili.
L’apocalisse satiresca dei Casanova, la fuga nella città delle donne.
L’erotismo dell’immaginazione, la memoria trasfigurata in fantasia.
“La perla è l’autobiografia dell’ostrica”.

Lun. 31 Agosto
Rinviato
Evento annullato causa maltempo. Cercheremo di riprogrammare a breve.

Stefano Massini

Il bellissimo orrendo: Toulouse-Lautrec e altre storie

Il bello è fuori di sé.
L’eccitante scoperta della fascinazione là dove prima nessuno l’aveva notata.
L’estetica dell’improbabile diventa modello e manifesto.
“L’amore è il desiderio di essere desiderato”.

Lun. 31 Agosto
Rinviato
Evento annullato causa maltempo. Cercheremo di riprogrammare a breve.

Luca Barbareschi

L'appeal dell'avventura e Casanova

“Particella dell’universo, parlo all’aria… So di aver vissuto perché ho avuto delle sensazioni”.
Tra la sindrome di Casanova e quella di Stendhal, il baratro dell’attrazione.
Ogni nuova impresa è una vita nuova.

Ven. 11 Settembre
18.30
Arena

Alessandro Baricco

Sul Tempo e sull'Amore

(lectio teatrale)

“Senza fretta ma senza tregua”.
L’amore non lascia il tempo che trova.
Innalza balconi, si sporge dagli spalti dell’eterno assedio.
Scherza col fuoco della memoria, si consuma nell’attesa di una fortunosa sortita.
Giulietta, Rossana, Anna, Elena.
Il passato di un’illusione a scalfire l’inesorabile presente.

Ven. 11 Settembre
21.30
Arena

Mogol

Un angelo caduto in volo

(racconto con musica)

La poesia non cerca seguaci, cerca amanti.
Le metafore memorabili delle emozioni.
Il tono di un mondo stonato. La strabiliante svolta della canzone.
Ogni poeta ha un cantore, a volte un cantautore.
“Quante le strade che un uomo farà e quando fermarsi potrà?”
“Lo scopriremo solo vivendo”.

Al pianoforte Gioni Barbera

Sab. 12 Settembre
21.30
Arena

Edoardo Bennato

La Bellezza del Rock

(concerto unico antologico)

L’ironia incrocia il rock e inventa capolavori.
L’arguzia nasce adulta, il sentimento è un fanciullo che non cresce mai.
Sull’Isola l’uncino graffia il tempo al ritmo di un ritornello assassino.
L’attrattiva fatale di burattini, pirati e fate.
Un riff perfetto spettina la notte magica in Arena.
“Meno male che adesso non c’è Nerone”.

BE BAND
Giuseppe Scarpato – chitarre
Raffaele Lopez – tastiere
Gennaro Porcelli – chitarre
Arduino Lopez – basso
Roberto Perrone – batteria

Dom. 13 Settembre
18.30
Arena

Massimo Recalcati

Un sogno chiamato desiderio

Somnium, ergo spero.
Oltre il confine della veglia, la volatilità rivelatrice.
Nel fraintendimento, l’espressione di una volontà.
Illeggibile, inappropriabile, indecifrabile, inaggirabile.
“L’amore è il passo più vicino alla psicosi”.

Dom. 13 Settembre
21.30
Arena

Morgan

-

Vittorio Sgarbi

Il velluto sotterraneo dell'eros

(lezione concerto)

“Credo nelle luci basse e negli specchi compiacenti”.
Il ritmo martellante dell’apparenza s’insinua nella percezione. Contro la monotonia del bello, vendere atmosfera.
Lou Reed e Andy Warhol.
La nonchalance aggressiva che spettina le regole della brillantina; la connessione ambigua del tratto plastico che si traveste in musica.
Un’aura mossa e distesa. Il ruvido rock della metropolitana scivola su tapis roulant di raso rosso.
Il pop diventa élite.

Lun. 14 Settembre
Oggi era prevista la riflessione di Philippe. Tutto il Festival è dedicato a lui.

Philippe Daverio

Klimt, Schiele, Schönberg

L’Austria Felix edonista e solenne tra ori, accordi e disaccordi.
Linee sinuose espandono l’eros da Café e salotti, una varietà di pensieri mai ascoltati accolgono con disincanto il finimondo.
Dal Fregio inquietante l’emblema dell’eroe romantico sfuma nella dissonanza dietro l’angolo.
Gli eleganti sconvolgimenti di una civiltà che esportava estetica come materia prima.

Lun. 14 Settembre
21.30
Arena

Federico Buffa

-

Flavio Tranquillo

Michael Jordan The Last Air Dance

(conversazione)

L’eroe è un danzatore acrobatico sul ritmo ipnotico di un palleggio.
L’ossessione per la perfezione, l’estetica della vittoria.
La rappresentazione filmica di una squadra epica alla sua ultima recita. L’epopea di un’icona che sorvola la gloria, lo sport tra settima e ottava arte.

Mar. 15 Settembre
18.30
Arena

Umberto Galimberti

Tà Erotikà, in dialogo con Platone sulle cose dell'amore

Il paradosso del filosofo dinanzi al dio maggiore: Eros.
Trovare le parole per definirlo razionalmente, ritrovarsi in mano il suono della poesia.
Il desiderio non possiede che la mancanza.
Il rincorrersi delle metà per un’eccedenza sempre incompiuta.

Mar. 15 Settembre
21.30
Arena

Gioele Dix

L'eros tra testo e pretesto

(narrazione teatrale)

Pene d’amor trovate.
Tra le pieghe della letteratura, tra le quinte dei teatri, l’equivoco amoroso nella parola che allude e seduce.
Sottintesi, ammiccamenti, inamovibili volubilità.
Vaudeville di un dramma borghese tradotto in farsa.
Nell’ambiguità dei sentimenti il paradosso della vita.

Mer. 16 Settembre
18.30
Arena

Massimo Cacciari

Philo-sophia e Eros-sophia

Il filosofo, uomo erotico, all’inseguimento della divinità gnostica.
Se la filosofia promette sapere, cosa promette amore?
Eros ed eremia, scacco nella dimensione senza dimora.
“Non si dà eros che acquieti”. L’impossibile pace tra fare e soddisfare.
L’abbraccio di pathos e logos nello smarrimento.
L’interrogativo su un nome sconosciuto che muta il nostro.

Mer. 16 Settembre
21.30
Arena

Stefano Bollani

Piano Solo Eros e Bellezza

(concerto)

Rosse note su tasti in bianco e nero.
Funambolismo tra i generi, charme sui generis.
Armonia svela le sensuali vibrazioni di Psiche.
“La musica aiuta a non sentire dentro il silenzio che c’è fuori”.

Ven. 18 Settembre
Rinviato
L’incontro è rinviato a data da destinarsi.

Vittorio Sgarbi

Modì e la Parigi della Belle Époque

“La felicità è un angelo dal volto serio”.
La cartamoneta dell’artista: il ritratto.
I liquidi occhi di Jeanne, le forme di Kiki, le distorsioni oblunghe di Soutine.
“Il futuro dell’arte si trova nel viso di una donna – Picasso, come si fa l’amore con un cubo?”
Vita, morte e miracoli d’un pittore scultore benedetto tra gli artisti maledetti.
Il seduttore che spogliava l’anima.

Ven. 18 Settembre
21.30
Arena

Alessandro Baricco

-

Gloria Campaner

-

Orchestra Canova

Beethoven, l'eccesso e il sublime

(racconto concerto)

“Catturerò il destino afferrandolo per il collo”.
Un ritmo tellurico, implacabile, disintegra il Minuetto e azzarda lo Swing.
Incipit memorabili innescano architetture metafisiche.
Linea spezzata da Bach a Schönberg, il contrappunto si dissolve in cluster armonici.
Imprescindibile. Assoluto.
Una forza dirompente plasma la materia sonora. Rivive il Dio di Michelangelo über alles.
“La musica è la mediatrice tra la vita spirituale e la vita sensuale”.

Sab. 19 Settembre
18.30
Arena

Alessio Boni

Il gioco drammatico della seduzione

(monologo teatrale)

L’eros è una recita in cui tutti i ruoli si scambiano.
Il gioco delle parti è dalla parte del gioco.
Corpo e voce, volto e maschera.
Possedere è interpretare, interpretare è possedere.
Si accetta il rischio di mostrare ciò che si nasconde.
Il rendez-vous travestito da commiato, il commiato da nuovo rendez-vous.
L’attore si insinua nell’ambivalenza della finzione per evidenziarne l’autenticità.

Sab. 19 Settembre
21.30
Arena

Gianni Morandi

-

Michele Serra

Devo molto all'amore

(racconto con canzoni)

Nel grande prato verde dove nascono speranze, Eros è un eterno ragazzo sorridente che batte il tempo sui jeans.
Illusioni e disillusioni, ascese e risalite.
“La vita non è stare al mondo cent’anni se non hai amato mai”.
Tra canzoni e elzeviri, le note squillanti e malinconiche delle stagioni della nostra vita.

Iscriviti alla newsletter
Riceverai le news riguardanti Festival della Bellezza e Rassegna Idem

Idem – Percorsi di Relazione utilizzerà i dati forniti per l’invio della propria newsletter. Cliccando sul pulsante ISCRIVITI si accetta il trattamento dati in accordo all’informativa sulla Privacy.